Giulio Garaffa

+44 (0)1245 234158

En | It

menu

Incontinenza urinaria maschile

Cos’è l’incontinenza urinaria?

L’incontinenza urinaria può essere definita come una perdita accidentale ed incontrollata di urina che può manifestarsi sia nell’uomo che nella donna.  La differenza anatomica della regione pelvica ed i cambiamenti del piano pelvico causati dal parto rendono la donna più incline a soffrire di tale patologia, tuttavia molti uomini ne sono affetti. 

Quali tipi di incontinenza urinaria esistono?

Esistono diversi tipi di incontinenza urinaria ma tutti hanno cause e caratteristiche differenti. Spesso, però, più tipi coesistono nello stesso paziente, e, in tal caso, si tratta di un’incontinenza mista.

Nel caso dell’incontinenza urinaria da stress la perdita di urine è dovuta ad un indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico.

Questa compare quando la pressione in vescica supera la pressione indotta dalla chiusura del muscolo sfintere dell’uretra, un muscolo che è disposto circolarmente attorno all’uretra e che con la sua contrazione tonica impedisce la perdita urinaria. Pertanto, se il muscolo sfintere è ipotonico bastano anche basse pressioni vescicali a causare la perdita di urina.
I pazienti con incontinenza urinaria “da stress” tendono a perdere urina in tutte le condizioni che aumentano la pressione intraddominale come l’attività fisica, tossire, starnutire o ridere. Ciò avviene perché la vescica, essendo un organo endoaddominale, risente dell’aumento della pressione in addome. Pertanto, ogni aumento della pressione intraddominale si traduce, a sua volta, in un aumento della pressione vescicale. Quanto più è severo l’indebolimento dello sfintere tanto minore sarà la pressione endoaddominale necessaria a causare l’incontinenza. Nei casi di severa incontinenza da stress questa può comparire anche a riposo o per minimi sforzi fisici.
L’incontinenza da urgenza è invece caratterizzata dal bisogno urgente di urinare e dall’incapacità di poter procrastinare lo stimolo. Ogni tentativo di ritardare la minzione provoca la perdita di urina.

L’incontinenza urinaria da urgenza non e’ invece causata da una debolezza del muscolo sfintere. Contrariamente all’incontinenza urinaria da sforzo, l’incontinenza da urgenza e causata dal muscolo detrusore, parte integrante della parete vescicale, che tende a contrarsi spontaneamente. Queste contrazioni spontanee causano immediato aumento della pressione all’interno della vescica ed il paziente avverte immediatamente la necessità di urinare. Se la pressione in vescica supera quella dello sfintere il paziente notera’ una perdita di urina.

Un altro tipo di incontinenza è l’incontinenza da sovradistensione, che e’ caratterizzata da un continuo gocciolamento di urina  causato dalla sovradistensione vescicale.

Richiedi un appuntamento


Quali sono le cause più frequenti di incontinenza urinaria nell’uomo?

L’incontineza urinaria è un sintomo non una malattia. Può anche essere causata da abitudini quotidiane o da condizioni mediche o problemi fisici.

Alcune bevande, cibi o farmaci possono agire da diuretici, stimolando i reni a produrre un aumentato volume di urina (es. alcool, caffeina, bevande gassate, dolcificanti, ecc. ) pur non essendo causa primaria di incontinenza.

Di fondamentale importanza è indagare sulle abitudini quotidiane del paziente. Frequentemente la raccolta anamnestica, l’esame obiettivo unitamente ad alcune indagini strumentali routinarie sono sufficienti per identificare il problema sottostante. In casi selezionati sono necessarie indagini più specialistiche per risalire alla natura dell’incontinenza urinaria.

Diverse patologie possono causare l’incontinenza urinaria da urgenza, da condizioni irritative della parete vescicale come le infezioni delle vie urinarie, la calcolosi vescicale o esiti di radioterapia pelvica e, non ultime, patologie neurologiche responsabili di contrazioni involontarie del muscolo detrusore.

La chirurgia della prostata è la causa più frequente di incontinenza urinaria da stress nell’uomo. Quella a breve termine può comparire dopo prostatectomia radicale e durare anche più di un anno dal momento dell’intervento. Anche l’incontinenza urinaria da stress è un problema frequente dopo prostatectomia radicale o radioterapia per tumore della prostata.

L’incontinenza da sovradistensione è causata da un’ostruzione cronica ad deflusso urinario. In molti casi, l’ostruzione è causata dall’ipertrofia prostatica benigna, dalla stenosi (restringimento) dell’uretra o da alcuni problemi neurologici.


Come può essere trattata l’incontinenza urinaria nell’uomo?

E’ importante identificare il tipo di incontinenza e la causa sottostante prima di impostare il piano terapeutico in quanto ad ogni tipo di incontinenza corrisponde un trattamento diverso.

Spesso il precoce riconoscimento ed il trattamento della patologia di base conduce ad una risoluzione del problema.

In accordo con le line guida Europee (European Association of Urology) e del Regno Unito (UK National Institute for Healthcare and Clinical Excellence) esiste una gestione farmacologica ed un trattamento chirurgico.

L’approccio farmacologico è spesso indicato nei casi di incontinenza da urgenza o da sovradistensione, mentre nel caso dell’incontinenza da stress la risoluzione è quasi sempre chirurgica.


L’iniezione parauretrale di bulking agents può essere di aiuto nei pazienti con forme lievi di incontinenza urinaria da stress. 

Le slings sono stati introdotte per il trattamento dell’incontinenza post prostatectomia. La sling è costituita da una maglia sintetica disegnata a forma di amaca che è posizionata sotto l’uretra per elevarla, ripristinando la normale anatomia. Le slings possono rendere eccezionali risultati in pazienti accuratamente selezionati.

Lo sfintere urinario artificiale è il trattamento standard per l’incontinenza urinaria da stress maschile da moderata a severa. I pazienti che vengono selezionati per tale procedura devono possedere adeguata abilità manuale, in quanto il paziente dovrà sgonfiare lo sfintere artificiale premendo la piccola pompa posizionata sotto la cute scrotale ogni volta che dovrà urinare.
Lo sfintere artificiale è costituito da una pompa, una cuffia (posizionata attorno all’uretra), e da un serbatoio (posizionato nell’addome). Piccoli tubi connettono tutte le componenti e nel sistema circola acqua sterile. La cuffia è sempre gonfia comprimendo l’uretra e prevenendo la perdita di urina. Quando la pompa è compressa, la cuffia si sgonfia per circa un minuto permettendo al paziente di urinare. In pazienti accuratamente selezionati, lo sfintere artificiale, può essere utilizzato per l’incontinenza urinaria da stress moderata-severa con successo.


Credo di soffrire di incontinenza urinaria da stress…

Se soffri di involontarie perdite di urina durante sforzi fisici, e’ probabile che tu soffra di incontinenza urinaria da sforzo. 

E’ importante confermare che tu stia realmente soffrendo di incontinenza urinaria da stress e di escludere l’iscuria paradossa, in quanto le due condizioni richiedono trattamenti completamente diversi. 

Dopo una valutazione meticolosa, il Dott. Garaffa sara’ in grado di discutere con te quali sono le migliori soluzioni nel tuo caso e di offrirti il trattamento adeguato. 

In genere, se la tua incontinenza urinaria da stress e’ lieve o moderata, i tuoi disturbi potranno essere corretti con successo mediante l’impianto di una sling maschile. Se invece soffri di incontinenza urinaria severa, l’unica soluzione efficace e’ l’ impianto di uno sfintere urinario artificiale (AUS). 

Prenota un appuntamento  

Fai una domanda



Latest
News

There are no news items to show.

Upcoming
Events

There are no events to show.

Richiedi un appuntamento