Giulio Garaffa

+44 (0)1245 234158

En | It

menu

Ricostruzione di pene e falloplastica

Perchè la ricostruzione peniena o fallo-plastica può essere necessaria in un paziente geneticamente uomo?

Ci sono diverse condizioni cliniche per le quali un paziente geneticamente uomo può richiedere una ricostruzione peniena. Tra queste, le più comuni, sono l’amputazione parziale o totale da trauma o da asportazione chirurgica per il trattamento delle neoplasie peniene. Una ricostruzione peniena può trovare indicazione anche in pazienti che hanno dimensioni inadeguate per portare a termine un rapporto sessuale penetrativo. 

In pazienti che hanno una funzione sessuale o urinaria compromessa da un pene sommerso o da un lichen sclero- atrofico. Con questa tecnica si possono ottenere eccellenti risultati sia cosmetici che  funzionali.

Richiedi un appuntamento


Cos’è il lichen sclero-atrofico?

Il lichen sclero atrofico è una patologia della cute dei genitali. Nell’uomo può localizzarsi sul prepuzio e sul glande e, nei casi più gravi, su tutta la cute peniena ed anche sul meato uretrale. Le cause non sono ancora ben identificate ma è comunemente condiviso che la macerazione cutanea dovuta all’urina, le infezioni cutanee ricorrenti unitamente a fattori predisponenti quali diabete e bassi livelli di testosterone possano essere correlate alla genesi del lichen sclero-atrofico.

Tipicamente la cute affetta da lichen diventa più spessa, inelastica e tende a diventare bianca. Una pelle che perde di elasticità, durante il rapporto sessuale, si può lesionare causando dolore, prurito e sanguinamento. In chi è affetto da lichen sclero-atrofico, il prepuzio non scorre più agevolmente sotto il glande condizione, questa, chiamata fimosi del prepuzio. 

Il prepuzio fimotico non consente, inoltre, un’accurata igiene del glande e della corona (solco balano prepuziale) che può portare ad infezioni ricorrenti del basso tratto urinario che, a loro volta, richiedono trattamenti antibiotici ripetuti. Se il lichen, poi, si localizza nell’uretra, si può verificare un restringimento che, inevitabilmente, comporta disturbi della minzione (emissione dell’urina all’esterno)

Il lichen scleroatrofico origina sempre a livello del glande e del prepuzio e dopo si estende fino alla base del pene e/o all’uretra.

Qual’è il trattamento per il lichen sclero-atrofico?

Il trattamento del lichen scleroatrofico è necessario non solo per migliorare la funzione urinaria e sessuale ma anche perchè se non trattato può degenerare ed essere fattore predisponente per carcinoma del pene.

Negli stadi precoci il lichen può essere trattato mediante applicazione locale di pomate al cortisone che conducono ad un miglioramento dei sintomi. Comunque è importante informare i pazienti che il lichen ritorna come viene sospeso il trattamento topico.

Quando non c’è risposta all’applicazione topica di cortisone, o in quelle forme particolarmente aggressive, il trattamento prevede l’asportazione chirurgica di tutta la pelle coinvolta che viene, poi, inviata al laboratorio per l’esame isto-patologico definitivo. Lichen sclero-atrofico e carcinoma del pene coesistono in circa il 10% dei casi.

Quando il lichen è molto diffuso, dopo asportazione abbondante della cute peniena, sarà necessario ricorrere a degli innesti cutanei prelevati da altre sedi. Questa procedura, in mani esperte, permette di ottenere eccellenti risultati con recupero soddisfacente della funzione sessuale ed urinaria.

Richiedi un appuntamento


Cos’è il pene sommerso?

Il pene sommerso indica una condizione clinica in cui il pene è nascosto dal grasso sovra-pubico.

Un pene sommerso frequentemente è presente in soggetti con eccesso di grasso nell’area pubica (basso addome), in soggetti sottoposti ad asportazione eccessiva di cute durante una circoncisione o quando coesistono queste due condizioni.

Nei pazienti con pene sommerso la funzione sessuale ed urinaria è severamente compromessa. 

La qualità di vita tende ad essere bassa in quanto , il paziente, non è in grado di sporgere il pene per urinare con conseguente perdita di urina nelle pieghe cutanee che possono causare macerazione della pelle ed infezioni urinarie ricorrenti compromettendo, inevitabilmente, la funzionalità renale.

La pelle macerata dalle urine e l’ambiente umido comportano un rischio elevato di sviluppare un lichen sclero-atrofico.

Qual’è il trattamento per il pene sommerso?

Frequentemente il trattamento del pene sommerso richiede l’intervento combinato del chirurgo bariatrico e dell’uro-andrologo.

In primo luogo il paziente sovrappeso dovrà perdere chili in eccesso e, in questo caso, l’intervento del chirurgo bariatrico è estremamente utile.

 

Una volta che il paziente ha raggiunto il peso ideale, il trattamento del pene sommerso richiede l’asportazione del grasso sovra-pubico e di tutta la cute eccedente eseguendo un addomino-plastica.

Se non c’è abbastanza cute peniena, o la cute deve essere rimossa perchè lichenificata, si dovrà ricostruire con innesti cutanei. In mani esperte, l’asportazione del grasso sovra-pubico e la ricostruzione peniena porta ad eccellenti risultati sia estetici che funzionali e permette al paziente di recuperare la sua funzione sessuale ed urinaria.

Quando è richiesta una ricostruzione peniena totale?

Una ricostruzione totale o fallo-plastica è necessaria dopo un’amputazione peniena quando il moncone residuo non è abbastanza lungo da garantire una vita sociale e sessuale soddisfacente.
 

Il micro-pene è un’altra indicazione a tale procedura.

 

Il micro-pene è una condizione congenita caratterizzata da un pene di lunghezza inadeguata per il rapporto penetrativo. Comunemente un pene eretto di lunghezza inferiore a 7 cm (2.5 pollici) è considerato un micro-pene.

sensibilità tattile ed erogena. Molti pazienti, poi, sono in grado di vivere uno stile di vita normale.

La fallo-plastica con lembo radiale è la stessa procedura che si adotta per confezionare un neofallo nei pazienti disforici di genere in senso gino-androide (da donna a uomo), la tecnica è ben descritta in questa sezione del sito.


Cos’è un innesto cutaneo?

 
Un innesto cutaneo è una porzione di cute che è rimossa chirurgicamente da un’area del corpo (sito donatore) e trapiantata in un altra area (sito ricevente). Le caratteristiche dell’innesto cutaneo dipendono dall’area da cui è stato prelevato e dal suo spessore.

Quando è necessario l’innesto cutaneo?

 
Un innesto cutaneo potrebbe essere necessario per ricostruire la cute del glande e/o dell’asta del pene.
Generalmente gli innesti cutanei danno ottimi risultati nei pazienti che hanno perso cute peniena a seguito di un trauma o di una circoncisione eccessiva. Gli innesti possono essere molto utili anche dopo chirurgia per asportazione di lichen o di neoplasia del pene. In molti casi dopo un innesto I pazienti possono recuperare la funzione sessuale ed urinaria.
 

Credo di avere una deformazione del mio pene..

Se un trauma, una malattia della pelle o esiti chirurgici hanno causato una deformazione del tuo pene, sarebbe molto utile richiedere un consulto con il Dott. Garaffa. Il Dott. Garaffa e’ uno dei maggiori esperti mondiali in ricostruzione complessa del pene e dei genitali maschili e pertanto sara’ in grado di offrirti un trattamento efficace che sara’ in grado di restituirti un aspetto accettabile del tuo pene ed un’adeguata funzionalita’. In questo modo sarai in grado di ricominciare l’attivita’ sessuale con  confidenza.

Prenota un appuntamento  

Che cosa e’ il trattamento per l’ingrossamento del pene?

L’ingrossamento penieno e’ uno degli interventi estetici piu’ popolari nell’uomo.

In particolare, vari studi hanno dimostrato che all’incirca il 45% degli uomini non e’ soddisfatto delle dimensioni del proprio pene.

Dato che le dimensioni del pene possono rappresentare fonte di notevoli disagi nell’uomo, I pazienti devono avere l’opportunita’ di discutere possibili rimedi con il Dottor Garaffa, che rappresenta uno dei maggiori esperti di ricostruzione complessa del pene e che effettua routinariamente interventi di ingrossamento del pene.

Durante la visita, il Dottor Garaffa sara’ in grado di identificare le soluzioni terapeutiche piu’ adatte in modo da garantire I migliori risultati estetici e funzionali.

Il trattamento di ingrossamento penieno puo’ essere offerto solo in un selezionato gruppo di pazienti; al termine della visit ail Dottor Garaffa potra’ indicare se Lei rappresenta un buon candidato all’intervento.
  • Utilizzando le tecniche adeguate e’ possibile ottenere in media un aumento di lunghezza di 2-5 centimetri ed un increment di circonferenza del 30-50%With the appropriate surgical techniques, it is possible to safely increase penile length by 2-5cm and girth by 30-50%.
  • Tutti gli interventi di ingrossamento penieno sono effettuati in anestesia generale in regime di day hospital. I pazienti sono in grado di riprendere tutte le attivita entro una settimana dall’intervento.
  • Tutte le tecniche di ingrossamento penieno offerte dal Dottor Garaffa sono perfettamente sicure

Quali sono le tecniche disponibili di ingrossamento penieno?
 
  • Ingrossamento penieno con iniezione autologa di grasso: Questo intervento consiste nella rimozione mediante liposuzione del tessuto adiposo pubico che viene adeguatament trattato e poi iniettato a livello penieno per ottenere un increment di circonferenza. La liposuzione in combinazione con la divisione del legamento sospensore del pene portera’ ad un incremento della lunghezza peniena. I risultati ottenuti con questa tecnica sono duraturi nel tempo e possono essere eventualmente ripetuti se il paziente desidera un ulteriore increment di dimensioni peniene.
  • Ingrossamento penieno con tecnica non chrirurgica: Questa opzione puo’ essere offerta a pazienti che non sono propensi a sottoporsi ad un intervento chirurgico in anestesia generale. Questa tecnica consiste nell’iniezione di un filler a livello penieno in anestesia locale in modo da ottenere un aumento di circonferenza. L’iniezione di filler prodce un effetto temporaneo, in quant oil filler viene riassorbito nel tempo. Pertanto, pazienti che optano per questa tecnica devono sottoporsi a successivi trattamenti a distanza di 2-3 anni.

Prenota un appuntamento  

Fai una domanda



Latest
News

There are no news items to show.

Upcoming
Events

There are no events to show.

Richiedi un appuntamento