Giulio Garaffa

+44 (0)1245 234158

En | It

menu

Uretroplastica

L’uretra maschile è una struttura tubulare che origina dalla porzione inferiore della vescica. Dopo aver decorso all’interno del pene termina a livello della punta del glande aprendosi all’esterno con il meato uretrale. 

L’uretra maschile è una struttura tubulare che origina dalla porzione inferiore della vescica. Dopo aver decorso all’interno del pene termina a livello della punta del glande aprendosi all’esterno con il meato uretrale. 

  • L’uretra maschile è una struttura tubulare che origina dalla porzione inferiore della vescica. Dopo aver decorso all’interno del pene termina a livello della punta del glande aprendosi all’esterno con il meato uretrale. 
  • L’uretra maschile è una struttura tubulare che origina dalla porzione inferiore della vescica. Dopo aver decorso all’interno del pene termina a livello della punta del glande aprendosi all’esterno con il meato uretrale. 

Cos’è una stenosi uretrale?

Una stenosi uretrale è un restringimento del canale uretrale. Se il canale uretrale è ristretto il flusso di urina ed del liquido seminale può essere ostacolato comportando estrema difficoltà per il paziente a svuotare la vescica e quindi ad urinare. Se una significativa quantità di urina rimane in vescica aumenta il rischio di infezioni urinarie e, se la situazione non è trattata precocemente, questa potrà portare alla formazione di calcoli vescicali ed a diversi gradi di danno renale. 

Quali sono le cause di stenosi uretrale nell’uomo?

Le stenosi uretrali possono essere dovute ad anomalie congenite oppure causate da  traumi, dalla chirurgia pelvica, da malattie cutanee degenerative o da infezioni ricorrenti.
L’ipospadia è la più comune malformazione congenita, in cui l’apertura uretrale non è posizionata alla punta del pene ma dislocata ventralmente lungo l’asta del pene. Dato che l’uretra in questi pazienti è più corta e meno elastica talvolta è associata ad incurvamento ventrale del pene in erezione.
Qualsiasi tipo di trauma dell’uretra può causare una stenosi uretrale, in quanto il tessuto naturalmente elastico che riveste il lume uretrale è sostituito da tessuto cicatriziale, che per definizione è rigido ed anelastico.

Anche le infezioni sessualmente trasmissibili come quelle da Clamydia e Gonococco sono note cause di stenosi uretrale.
Una delle altre cause più frequenti è la stenosi uretrale da malattia degenerativa della cute dei genitali, conosciuta come Lichen scleroatrofico, una malattia infiammatoria cronica cutanea le cui cause non sono ancora chiare. Il Lichen può manifestarsi in qualsiasi regione cutanea del corpo ma spesso si localizza a livello dei genital e la pelle e le mucose affette diventano progressivamente più rigide, spesse e meno elastiche.
Se il Lichen coinvolge il glande (la punta del pene), l’uretra è frequentemente compromessa e può risultare stenotica.

Come si fa diagnosi di stenosi uretrale?

La stenosi uretrale può essere sospettata già durante l’anamnesi e l’esame obiettivo.
Frequentemente il paziente riferisce flusso urinario debole, dolore durante la minzione, difficoltà ad iniziare la minzione, sensazione di incompleto svuotamento vescicale ed infezioni ricorrenti delle vie urinarie.
Attualmente sono disponibili diverse indagini specialistiche per confermare la diagnosi di stenosi uretrale permettendo di identificarne il tipo, la sede e l’estensione.

Quali indagini specialistiche sono disponibili per il paziente con stenosi uretrale?

Uroflussometria:

è un esame non invasivo che viene eseguito ambulatorialmente. Si invita il paziente ad urinare in un contenitore 

Uroflussometria:

è un esame non invasivo che viene eseguito ambulatorialmente. Si invita il paziente ad urinare in un contenitore

Uretrografia:

questo esame radiologico è eseguito dopo la somministrazione di colorante nel lume uretrale. L’uretrografia retrograde e minzionale è l’esame principe per stabilire la presenza, sede ed estensione della stenosi. Questo esame è necessario per impostare il giusto piano terapeutico chirurgico di correzione della stenosi.

Uretroscopia:

Questa procedura si esegue in sala operatoria con paziente in anestesia locale o generale e consiste nell’introduzione di una piccolo telecamera nell’uretra attraverso il meato uretrale. Consente di visualizzare il canale uretrale dall’interno ed identificare e studiare il tipo di stenosi.

 

Come si tratta la stenosi uretrale?

Esistono diverse procedure per trattare le stenosi uretrali e le tecniche differiscono in funzione della sede, estensione e natura della stenosi. 

Quali procedure chirurgiche sono disponibili per il trattamento della stenosi uretrale?

La più commune procedura eseguita per il trattamento della stenosi uretrale è l’uretrotomia interna. Sotto anestesia spinale o generale, viene inserito nel canale uretrale l’uretrotomo, strumento dotato di videocamera e canale operatore. Si fa progredire lo strumento fino alla stenosi ed a questo livello si incide la stenosi con un bisturi a lama fino a quando non viene ripristinato il corretto calibro uretrale. Il limite principale dell’uretrotomia interna è che in molti casi le stenosi si riformano a distanza di pochi mesi e quindi questa procedura dovrebbe essere proposta solo in caso di stenosi dell’uretra brevi.

L’unica valida soluzione a lungo termine per le stenosi uretrali è rappresentata dall’uretroplastica, delicata procedura specialistica che prevede la rimozione e/o la sostituzione del segmento uretrale stenotico. In mani esperte il tasso di successo dell’uretroplastica è molto incoraggiante.

Nel caso di una stenosi serrata coinvolgente l’uretra bulbare è necessario rimuovere completamente la porzione di uretra coinvolta e se il segmento rimosso è breve i due monconi uretrali possono essere riconnessi direttamente (end to end anastomosis). Quando Il segmento uretrale rimosso è troppo lungo per essere riconnesso direttamente è necessario ricostruire il canale uretrale con l’ausilio di un innesto di mucosa buccale, che viene prelevato dalla parte interna della guancia. Se l’uretra bulbare è stenotica ma non cicatriziale non è necessario rimuovere alcun segmento ma semplicemente allargarla con un innesto di mucosa buccale.

L’unica valida soluzione a lungo termine per le stenosi uretrali è rappresentata dall’uretroplastica, delicata procedura specialistica che prevede la rimozione e/o la sostituzione del segmento uretrale stenotico. In mani esperte il tasso di successo dell’uretroplastica è molto incoraggiante.

Nel caso di una stenosi serrata coinvolgente l’uretra bulbare è necessario rimuovere completamente la porzione di uretra coinvolta e se il segmento rimosso è breve i due monconi uretrali possono essere riconnessi direttamente (end to end anastomosis). Quando Il segmento uretrale rimosso è troppo lungo per essere riconnesso direttamente è necessario ricostruire il canale uretrale con l’ausilio di un innesto di mucosa buccale, che viene prelevato dalla parte interna della guancia. Se l’uretra bulbare è stenotica ma non cicatriziale non è necessario rimuovere alcun segmento ma semplicemente allargarla con un innesto di mucosa buccale.

 

Credo di avere una stenosi uretrale..

Se hai difficolta’ ad urinare, il flusso dell’urina e’ scarso, soffri di infezioni urinarie recidivati o hai una prolungata perdita di urine al termine della minzione e’ possibile che tu abbia una stenosi dell’uretra. 

Se tu soffri dei sintomi sopra citati, sarebbe molto utile richiedere un consulto con il Dott. Garaffa. 

Dopo una visita accurata, il Dott. Garaffa sara’ in grado di escludere ogni altra possibile causa dei tuoi sintomi e di identificare posizione e lunghezza della stenosi. 

Non appena la presenza della stenosi uretrale e’ confermata, ti saranno spiegate in maniera esaustiva tutte le soluzioni possibili al tuo problema ed i loro risultati a lungo termine. 

Il Dott. Garaffa ha accumulato una vastissima esperienza nella ricostruzione chirurgica complessa del pene e dell’uretra maschile e sara’ in grado di offriti le piu’ avanzate tecniche di uretroplastica in modo da garantire una soluzione a lungo termine ai tuoi problemi. 

Prenota un appuntamento  

Fai una domanda



Latest
News

There are no news items to show.

Upcoming
Events

There are no events to show.

Richiedi un appuntamento