Incontinenza Urinaria Maschile

Hai una domada?

Siamo qui per aiutarti, contattaci per qualsiasi domanda o dubbio tu possa avere. Saremo felici di risponderti il prima possibile.

Quali sono le cause più frequenti di incontinenza urinaria nell’uomo?

L’incontineza urinaria è un sintomo non una malattia. Può anche essere causata da abitudini quotidiane o da condizioni mediche o problemi fisici.

Alcune bevande, cibi o farmaci possono agire da diuretici, stimolando i reni a produrre un aumentato volume di urina (es. alcool, caffeina, bevande gassate, dolcificanti, ecc. ) pur non essendo causa primaria di incontinenza.

Di fondamentale importanza è indagare sulle abitudini quotidiane del paziente. Frequentemente la raccolta anamnestica, l’esame obiettivo unitamente ad alcune indagini strumentali routinarie sono sufficienti per identificare il problema sottostante. In casi selezionati sono necessarie indagini più specialistiche per risalire alla natura dell’incontinenza urinaria.

Diverse patologie possono causare l’incontinenza urinaria da urgenza, da condizioni irritative della parete vescicale come le infezioni delle vie urinarie, la calcolosi vescicale o esiti di radioterapia pelvica e, non ultime, patologie neurologiche responsabili di contrazioni involontarie del muscolo detrusore.

La chirurgia della prostata è la causa più frequente di incontinenza urinaria da stress nell’uomo. Quella a breve termine può comparire dopo prostatectomia radicale e durare anche più di un anno dal momento dell’intervento. Anche l’incontinenza urinaria da stress è un problema frequente dopo prostatectomia radicale o radioterapia per tumore della prostata.

L’incontinenza da sovradistensione è causata da un’ostruzione cronica ad deflusso urinario. In molti casi, l’ostruzione è causata dall’ipertrofia prostatica benigna, dalla stenosi (restringimento) dell’uretra o da alcuni problemi neurologici.

Perchè Giulio?

Giulio è un medico urologo-andrologo con 15 anni di esperienza nel campo della Andrologia e della Ricostruzione. È tra i chirurghi che svolge il più ampio numero di impianti di protesi in Europa, ed è quello che esegue il maggior numero di procedure per la correzione di casi complessi di malattia di Peyronie. È spesso invitato a conferenze ed ha eseguito interventi chirurgici in 21 paesi diversi, in 6 diversi continenti.

130

Impianti di protesi peniene effettuati l'anno scorso

300

Numero di interventi andrologici complessi all'anno

700

Operazioni di falloplastica in carriera